L'uomo non discende dalla scimmia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'uomo non discende dalla scimmia

Messaggio Da Marco (amministratore) il Mer Apr 20, 2016 3:25 pm

L'UOMO NON DISCENDE DALLA SCIMMIA

Mi fanno vedere delle immagini. Non lo so se riuscirò a descriverle bene. E’ come in un film che si svolge sotto i miei occhi.
Per prima cosa mi trovo su un pianeta che non è il nostro. E’ molto più grosso della Terra; non è del nostro sistema solare.

Penso che appartiene al sistema di Sirio.

Mi trovo con degli esseri molto luminosi di cui la materia non è come la nostra. Tuttavia hanno un veicolo esterno che non vibra con la stessa frequenza, è molto più fluida, molto meno “materiale”.

Gli esseri appartenenti a questo mondo hanno una missione importante donatagli dalle Gerarchie e dagli Dei Creatori.

« Gli Dei Creatori hanno dato la missione alle Gerarchie di Luce, e a loro volta, l’hanno data agli esseri di Sirio, di impiantare la vita su alcuni mondi, specialmente sul Pianeta Terra.

Il vostro Pianeta non è stato l’unico dove la vita è stata impiantata. Fra la vostra galassia e l’Universo, esistono molti pianeti in formazione o già formati che aspettano di essere inseminati dalla vita. In un futuro molto lontano, apparterrete alla razza di entità che insemineranno i mondi vergini.

La missione di impiantare la vita sul mondo che chiamate la Terra è stata dunque data dagli esseri di Sirio che erano come dei super, super, super scienziati che non hanno niente a che fare con i vostri piccoli, piccoli, piccoli scienziati.

Gli esseri di Sirio si sono fatti aiutare dagli esseri di Orione. Hanno formato come un collegio di grandi scienziati studiando quello che avrebbero potuto impiantare su questo pianeta non ancora del tutto stabilizzato.

Hanno per prima cosa iniziato ad impiantare la vita nei micro-organismi. Hanno lanciato il corso alla vita che ha seguito a perfezionarsi.
Quando la Terra è stata pronta a ricevere una vita più formale, molto più materiale, hanno creato degli uomini che non somigliavano per nulla agli uomini che siete.

Questi erano molto più eterei ed erano simili loro molto più rispetto alla rassomiglianza degli uomini attuali. Non erano in terza dimensione, perché la terra non vibrava in terza dimensione. Non era ancora abbastanza densa per vibrare con quella frequenza.

Prima che la creazione abbia potuto prendere luogo e avere una vita attiva, ci sono voluti milioni di anni. La nozione di tempo non esisteva tuttavia per le Gerarchie che hanno creato la vita, hanno per così dire “preso il loro tempo”, hanno aspettato che tutto si sistemasse nel miglior modo possibile.

Centinaia, centinaia e centinaia di milioni degli anni vostri, gli esseri di Sirio e di Orione sono stati incaricati dalle Gerarchie Superiori di Luce (che a loro volta erano stati incaricati dagli Dei Creatori). Queste Gerarchie si sono messe d’accordo con gli dei solari, i Cristi Solari (perché ogni anima proviene dai soli, dai cristi solari).

Gli esseri di Sirio e di Orione, che nomineremmo i « galattici », hanno avuto come missione di creare la forma. Gli Dei Creatori, loro, hanno avuto come missione di mettere una parte della Divinità in questa forma, in ogni forma. Sia nel regno minerale, vegetale, animale o umano vi è una particella della Sorgente.

La vita è stata dunque creata in questo modo. E’ molto più complesso, ma facciamo un piccolissimo schema.

I « galattici » hanno lasciato che la vita si sviluppasse da sola. Avevano messo tutti gli ingredienti in modo tale che la vita si perfezionasse da sé medesima.

Darwin evidentemente si è sbagliato. Le specie non discendono le une dalle altre. L’uomo non discende dalla scimmia, l’uomo è l’uomo, la scimmia è la scimmia, e gli animali sono gli animali!

Invece la vita si evolve! L’uomo si è evoluto in un modo importante, come alcuni animali d’altronde, molto semplicemente perché nella loro programmazione iniziale c’era una “base di dati” che li faceva adattarsi in continuazione alle nuove condizioni di vita.

Lo stesso pianeta Terra si è evoluto, e tutto quello che viveva su di esso si è evoluto allo stesso modo. Nulla resta immobile nell’evoluzione, ve lo abbiamo detto tante e tante volte.

In questo momento, l’uomo è così come lo vedete.

Nella dimensione superiore, dopo la transizione, l’uomo non sarà più lo stesso. Sarà completamente armonico . L’uomo attuale è disarmonico, è lontano dalla perfezione. E’ il risultato delle sue vite passate, dei suoi pensieri, della dualità che ha portato su questo mondo per perfezionarsi, e evidentemente delle esperienze che ha dovuto e deve ancora vivere.

Nelle prossime dimensioni tutto sarà armonico, e l’uomo, rispetto a quello che siete, sarà perfetto. Immaginate un corpo completamente perfetto, senza nessuna disarmonia, senza nessuna sofferenza, che beneficia di un’energia che ricostituisce la materia in continuità.

La materia del vostro corpo avrà una vibrazione diversa da quella che è la vostra attualmente.

Questa perfezione verrà da una nuova coscienza che avrete acquisito. L’uomo di domani, quello che diventerete, avrà finito tutti i cicli di incarnazione e di reincarnazione nella materia densa. Parliamo certamente degli uomini che abitano sulla terra oggi, non di coloro che continueranno il loro ciclo evolutivo su altri mondi di terza dimensione, di quelli che hanno capito, di quelli che hanno lavorato bene e accettato ogni loro esperienza e che, adesso, sono pronti a vivere la perfezione del nuovo uomo.

E’ la stessa cosa che esiste nel cuore di ognuno, nel cuore di una piccola parte dell’umanità, questa piccola parte che cresce ad una grande velocità. »

Mi mostrano un’immagine : la coscienza degli umani si apre sempre di più. E’ come se un ordine fosse stato dato affinché la loro coscienza si svegli.

« Questo viene anche da tutte le energie che riceve l’umanità rispetto alla sua grande trasformazione.

Ritorniamo agli errori che fate quando pensate che l’uomo discende dalla scimmia. Riprendiamo la creazione più vicina, quella che data di qualche milione di anni.

Gli esseri molto eterei che vivevano sulla Terra si sono un poco persi nella materia. Si sono resi corposi e hanno lasciato passare energie che non gli erano propizi, energie un poco non evolutive. Gli esseri che hanno creato gli uomini sono venuti ad aiutarli.

Questo aiuto è stato accettato, e gli uomini hanno potuto prendere la loro evoluzione e le loro esperienze.

E’ successo un momento in cui la materia che vibrava in terza dimensione è stata molto dura per gli umani, e hanno sempre più perso la nozione di esseri divini creati dagli Dei Creatori, dalla Sorgente, dalle Divinità Solari.

I « super, super, super sapienti galattici » che hanno portato la vita su questo mondo l’hanno lasciata evolvere per vedere quello che sarebbe diventata. Adesso è da parecchi migliaia di anni che coloro che hanno veramente creato questo mondo non sono più stati attivi come l’avrebbero dovuto essere. In qualche modo, hanno lasciato il posto ad altri esseri galattici che hanno continuato un lavoro sulle umanità, ma in un modo involutivo.

Adesso, voi arrivate alla fine del ciclo dove ogni cosa deve essere raddrizzata, dove l’esperienza « pianeta Terra » è terminata, dove gli Dei Creatori e gli Esseri Galattici studiano ogni dato della creazione dal momento in cui hanno creato il primo essere fino al momento attuale.

In un certo senso, le loro analisi li stupiscono perché l’umanità non ha preso la strada che loro pensavano. Le umanità successive si sono indurite, si sono forgiate una forza, una solidità, una temerarietà, un coraggio che non pensavano che fosse possibile per gli umani.

La più grande stupefazione è che le umanità, malgrado quello che hanno attraversato di millenni a millenni, di secolo a secolo, e malgrado ogni manipolazione che è venuta da esseri che sono venuti dallo spazio molto meno evoluti spiritualmente rispetto ai primi esseri galattici, malgrado quello che hanno dovuto subire queste anime sperimentando la vita su questo mondo, fuoriesce qualche cosa di straordinario.

Siete il risultato di tutte queste incarnazioni, di tutte queste sperimentazioni, di tutte queste sofferenze, e sarete degli esseri con un’immensa forza. Quando i veli vi saranno stati tolti, avrete acquisito un immenso Amore, un’immensa forza, perché malgrado vi siete resi più densi, state ritrovando la strada della Sorgente. La vostra anima non è stata completamente addormentata. Si sveglia sempre di più con forza affinché possiate ritrovare la Luce e l’Amore Universale, affinché possiate raggiungere i vostri Fratelli di Luce e ritrovare la vostra vera famiglia.

Analizzando l’esperienza « pianeta Terra », constatiamo che malgrado ogni sofferenza che è stata generata su questo mondo, è un’esperienza che è stata buona molto più di ogni nostra speranza. Una grande parte di esseri che avranno vissuto sul vostro mondo, almeno coloro che avranno finito le loro esperienze, saranno degli esseri con un’immensa forza, un’immensa bontà, un immenso Amore, e faranno parte degli Dei Creatori per i prossimi cicli.”

Mi dicono ancora questo che concerne la vita dei pianeti e quella delle diverse umanità :

« Un pianeta, un’umanità non vengono mai distrutti. I pianeti ritornano nell’energia primordiale e divengono il supporto per una creazione ancora molto più bella, molto più forte.

Per quello che vi concerne, ogni volta che venite su questo mondo, ogni volta che ve ne andate, ve ne andate sempre più arricchiti. Anche se la vostra vita vi è sembrata difficile, partite estremamente più ricchi, con una forza nuova e una coscienza molto più sveglia.

In questa fine ciclo, anche le giovani anime avranno tanto cresciuto, molto evoluto, molto compreso e acquisito per una partenza molto gloriosa verso le prossime sperimentazioni, dovunque abbiano luogo.

Abbiamo fatto uno schema molto succinto della vita. E’ molto più complesso di quello che vi abbiamo detto, troppo complesso per spiegarlo in dettaglio. Molte cose vi sfuggirebbero perché non avete ancora la coscienza sufficientemente libera per capire, come per capire che a volte la vita ha bisogno dell’energia della dualità per potere trasformarsi, per potere comprendere, per potere avanzare più velocemente. Quando parliamo dell’energia della dualità, parliamo anche delle energie delle forze non evolutive.

Nel momento in cui avrete compreso quello che realmente sono queste forze di non evoluzione, che una parte di esse si trovano in voi stessi e che la vostra missione è di trascendere tutto quello che è ancora oscuro o nella penombra in voi, tutto andrà molto più velocemente, non soltanto nella comprensione della vita ma della vostra stessa trasformazione”.

Fonte:
http://risveglio.myblog.it/wp-content/uploads/sites/245753/2016/04/L%C3%A2%C2%80%C2%99uomo-non-discende-dalla-scimmia.pdf
avatar
Marco (amministratore)
Admin

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 01.04.16

Vedi il profilo dell'utente http://www.biglia.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum